paskampo

Nome? "Semplicemente “Campo” per gli amici".
Età? "Vent’anni di gavetta, ma non li dimostro".
E poi? "Poi lavorando al Corriere dello Sport ho scoperto la cessione del Milan di Berlusconi ai cinesi…"
Il complimento professionale più bello? “Pasquale Campopiano è un fuoriclasse della notizia” (Xavier Jacobelli)
Il tuo motto? "Avanti. Sempre"
Da grande che farai? "Aprirò un’edicola vista mare"
Rimpianti? "Quando c'era una palla da calciare...l'ho fatto"

10 commenti

  • Abbruciati Alessandro 8 mesi ago

    Nonostante le perplessitá dovute alle difficoltá incontrate durante questo lungo tragitto , oggi per noi milanisti si fa la storia.
    Non avessero creato questo circo 5 anni fa , oggi Berlusconi e Galliani se ne sarebbero usciti a testa altissima dal portone principale osannati da tutti noi.
    Purtroppo per noi e ancora piu’ per loro , non è stato cosi.
    In questo momento , trovo bellissimo passare alla cravatta nera a pois rossi di Fassone , dopo aver visto sdegnato negli ultimi anni quella gialla denti cariati di Galliani.
    Grazie per i primi gloriosi ed inemitabili 20 anmi iniziali , ma gli ultimi non li possiamo dimenticare.
    In bocca al lupo ai Li , ai Bo e a tutti quelli che cercheranno di far grande il Milan , ma prima di comprare giocatori , date chiarezza e soprattutto la fascia ed un contratto adeguato a Gigio Donnarumma.
    Riguardo a Pasquale Campopiano , credo abbia dimostrato il suo valore personale nel fare un lavoro difficile alla ricerca della notizia , ma soprattutto credo abbia dimostrato tanto self control e tanta educazione.
    Poi stara’ a lui giudicare se e’ stato piu difficile aprire le scatole cinesi o mantenere la calma col web impazzito.
    Io personalmente ti abbraccio virtualmente e ti ringrazio.

  • Angelo 8 mesi ago

    È anche una tua vittoria personale. Ho letto gli sfottò, le prese in giro che hai subito così come le cattiverie che ti hanno detto quando tu hai semplicemente raccontato una storia. Una storia che è e resterà parte integrante della tua vita sia lavorativa ma anche sociale. Questo è stato uno scoglio, qualcosa che hai dovuto superare semplicemente andando avanti per la tua strada a raccontare una storia, la storia del closing del Milan. E ora che sei arrivato al traguardo, ora, dopo tanti insulti che hai ricevuto, e anche giusto che tu abbia anche degli elogi e dei complimenti per il lavoro che hai svolto sempre con educazione e rispetto. E il Karma dopo tanti insulti come vedi ti ha dato anche tanti elogi e complimenti . Dopo la sofferenza c’è sempre la gioia come dopo la notte c’è il giorno. Ora goditi questi complimenti e questi elogi come è giusto che sia. Sei romanista come sappiamo ma sotto sotto il Milan non sarà una squadra qualunque per te. Penso che un po’ di affetto per il nostro Milan tu lo provi. Buona giornata.

  • Riky Nova 8 mesi ago

    Quoto Angelo, aggiungendo che il rinnovamento del Milan passa anche da un rinnovamento della stampa. I passacarte velinari di Galliani inizieranno una spietata guerra contro Fassone e C.: dovrai quindi, caro Pask, continuare l’ottimo lavoro iniziato.. un anno fa raccontando questa storica cessione. Noi tifosi del Milan abbiamo diritto a un’informazione vera. E soprattutto mettere da parte, oltre ai passacarte, l’opinione-parere che diventa legge scritta, un modo di informare (?) di gran parte dei santoni che hanno preso la parola sulla cessione del Milan.

  • armando volpi 8 mesi ago

    pask quando esce il libro??

  • andrea 8 mesi ago

    Una sola parola dedicata a te Pasquale GRAZIE Di TUTTO . Grazie perché sei stato uno di noi Grazie perché non hai raccontato favole Grazie perché nn ti sei mai “schierato” hai saputo mantenere la distanza sia da chi vendeva e da chi acquistava Grazie perché sei un eccellente giornalista potrei continuare ma mi fermo. Spero che i tuoi denigratori ora la smettano e si facciano un bagno di umiltà e che imparino il rispetto per un giornalista che ha messo in gioco se stesso e la sua credibilità . Per quanto riguarda il mio MILAN anche se sono solo un tifoso mi auguro che questa nuova dirigenza sia rispettosa nei nostri confronti e che costruiscano davvero un grande futuro per un GRANDE MILAN

Lascia un commento