paskampo

Nome? "Semplicemente “Campo” per gli amici".
Età? "Vent’anni di gavetta, ma non li dimostro".
E poi? "Poi lavorando al Corriere dello Sport ho scoperto la cessione del Milan di Berlusconi ai cinesi…"
Il complimento professionale più bello? “Pasquale Campopiano è un fuoriclasse della notizia” (Xavier Jacobelli)
Il tuo motto? "Avanti. Sempre"
Da grande che farai? "Aprirò un’edicola vista mare"
Rimpianti? "Quando c'era una palla da calciare...l'ho fatto"

5 commenti

  • Riky Nova 3 anni ago

    Pask, ti esprimo i miei complimenti per gli ultimi eccellenti articoli. Purtroppo noto con dispiacere che gli articoli improntati a un sano realismo ottimista non ottengono le prime pagine, mentre gli autori vengono considerati dei visionari. Al contrario, l’opinione “contro”, da chiunque sia espressa, è considerata super attendibile. Non sappiamo certo quanto avremo in tasca per il mercato; ma sicuramente, al di là dello scoop sulla clausola che ci hai svelato (ovviamente per quanto detto sopra molti non ci vorranno credere), è palese che H.Li farà in modo di garantire un buon mercato…non si è svenato per acquistare un quadro, che poi lo tiene lì e lo guarda..Ha preso una squadra di calcio importantissima e sa bene che deve riportarla in alto. E non mi si venga a paragonare il Milan alla Roma, con tutto il rispetto per i giallorossi: l’appeal internazionale del Milan è nettamente superiore nonostante gli ultimi infausti anni.

  • Salvatore Peralta 3 anni ago

    Pasquale sei un grande!! La strada della onesta intellettuale è lunga e tortuosa e sempre più abbandonata preferendo presunte notizie bomba (o convenienti…). Il tuo lavoro è ammirevole. Complimenti! Questa vicenda sta diventando interessantissima e sempre più appassionante non solo dal punto di vista sportivo o finanziario ma anche giornalistico 😉

  • ilario 3 anni ago

    ottimo pasquale…..come sempre del resto!

  • Angelo 3 anni ago

    Ottimo articolo Pasquale. Sai quale è il problema? Che questa trattativa è storica proprio perché è inedita nel mondo del calcio. Non c’è un precedente con la quale fare il paragone. Quindi conviene nè essere ottimisti e ne’ essere pessimisti. Restare cauti e cercare di capire che progetto industriale hanno per il Milan e cosa ne’ sarà del futuro rossonero.

Lascia un commento